Colori nastro doppio-raso
 
Stampa a caldo
Contattaci per stampe con effetti speciali
 
 
 
Il concetto che sta alla base della stampa a caldo è semplice.
Il processo è ottenuto attraverso un’incisione / cliché che viene fissata sulla platina, e poi riscaldata.
Il foil viene interposto tra il supporto da stampare e l’incisione / cliché; quando quest’ultima pressa contro il foglio, il calore distacca lo strato colorante del foil che va ad applicarsi sul foglio stesso. Tale tecnica (se non espressamente specificato, si sottintende sempre la stampa a caldo in piano) non produce il rilievo dell’immagine di per sé, a meno che non vengano utilizzate incisioni particolari per produrre, in combinazione, anche il rilievo.
Essa è inoltre l’unico processo di stampa capace di apportare brillantezza ed effetti metallici, che non perdono mai la loro lucentezza; sia su carta, che su cartone e perfino su plastica ed altri supporti.
Ma i foil non si limitano a dare finiture metalliche, come l’oro, l’argento o simili, ma sono disponibili anche in una ampia varietà di colori ed effetti quali il marmo, la pelle, le venature di legno, il perlescenza, i motivi ripetuti, gli ologrammi, i pigmenti e le tinte tenui, con finiture sia opache che lucide.

STAMPA MICROINCISA CON LAMINA A CALDO


La stampa microincisa con lamina a caldo o microincisione è uno sviluppo particolare e specifico della più comune stampa a caldo.
Sostanzialmente, un cliché per stampa a caldo microincisa reca sulla superficie di stampa una tramatura finissima che, una volta trasferita sul film e conseguentemente sullo stampato, determina nell’immagine d’insieme sorprendenti effetti di rifrazione ottica, mutabili a seconda dell’angolo di osservazione.
I motivi di microincisione possono essere personalizzati a seconda delle esigenze più disparate. Tipicamente, si possono individuare tramature con disegni casuali o ripetuti (satinature, motivi floreali, motivi geometrici, graffiature / sabbiature, ghirigori, ecc.), o tramature più “logiche”, strutturate e/o personalizzate (da applicare nel campo dei loghi, protezioni marchi e brands, anticontraffazione nei settori più svariati).
Dal punto di vista tecnico, la microincisione non si propone come un’imitazione delle caratteristiche e degli effetti tipici dell’ologramma, ma come di qualcosa che, sia dal punto di vista visivo che tattile, risulta nettamente diverso e distinguibile.
In estrema sintesi, mentre nel caso della microincisione è il cliché che (con la sua microtramatura in superficie) trasferisce i dettagli dell’immagine su un normale film per la stampa a caldo, nel caso dell’ologramma è l’immagine stessa che risiede sul film (e questo rende estremamente più costo il processo, in quanto il film olografico deve essere generato con uno specifico master, la cui produzione implica notevoli spese).
Il più importante denominatore comune con i foil olografici è invece rappresentato dall’estrema difficoltà nella riproduzione, tanto è vero che la microincisione è in grado di creare, ove essa venga applicata, un elevato deterrente anticontraffazione.
Tutti i layout vengono infatti realizzati on-demand per lo specifico cliente, con apposita certificazione.
La microincisione è abbinabile anche al rilievo:
Microincisione (senza contromatrice)
Microincisione con rilievo (con contromatrice)